Finanza Comportamentale: Trappole mentali errori di framing - Academy - Bianzino Consulente Finanziario a Vicenza

Vai ai contenuti

Finanza Comportamentale: Trappole mentali errori di framing

Bianzino Consulente Finanziario a Vicenza
Pubblicato da in Finanza Comportamentale ·
Tags: finanzacomportamentaleconsulenzatrappolementali
La terza grande categorie delle Trappole mentali è rappresentata dagli errori di inquadramento che scattano a seconda di come il nostro interlocutore ci presenta graficamente o verbalmente una decisione.
Il più comune è il framing grafico che si verifica quando guardiamo l'andamento di uno strumento su cui investire con la scala giornaliera o mensile. Il problema si pone se stiamo impostando una operazione speculativa di qualche giorno o stiamo costruendo il portafoglio strategico. E’ fondamentale che la fotografia che scegliamo sia compatibile con l'orizzonte temporale che ci prefiggiamo per l'investimento.
Il framing edonistico è l’esempio classico della nostra fragilità emotiva e si verifica quando per rassicurarci, e non vedere cose che ci potrebbero dispiacere, ci costruiamo una contabilità mentale. Consiste infatti, nel distinguere denaro guadagnato con sacrificio da quello da speculazione, quello derivante da cedole e quello da capital gain e, cosa ancor più grave, indirizziamo e condizioniamo le nostre diverse spese.
Infine, l'accanimento è un errore che ci porta a rischiare di più quando abbiamo riportato un guadagno inferiore a quello preventivato da un investimento e nella nostra mente lo consideriamo alla stregua di una perdita e perseveriamo a cercare di recuperare un mancato guadagno. Questo è un errore diabolico perché la nostra avidità non ci fa vedere che abbiamo già guadagnato. Il vecchio adagio di borsa “vendi guadagna e pentiti” era frutto di saggezza popolare proprio volta a contrastare l’accanimento e la nostra avidità.

Se questo articolo ti ha interessato e vuoi  approfondire contattami.

Bookmark and Share

Torna ai contenuti