Academy - Bianzino Consulente Finanziario a Vicenza

Bianzino
Consulente Finanziario
Alessio Maria
Corso Palladio 147, Vicenza
Vai ai contenuti

Patrimoniale Faq 4-6

Bianzino Consulente Finanziario a Vicenza
Pubblicato da Alessio in Patrimoniale · 9 Maggio 2020
Tags: patrimonialeshadowbankrwbancheitaliane
Oggi mi occupo di un fenomeno che si sta sviluppando ed attira incauti risparmiatori ingolositi da promesse irrealizzabili.

4°) Il fenomeno delle cosiddette “shadow bank” prospera all’estero. Affidarsi a loro ha senso?
 
Il sistema bancario ombra gestirebbe circa un terzo della ricchezza finanziaria detenuta in Europa. E’ presente ovunque e si nasconde spesso sotto marchi di intermediari finanziari sconosciuti ai più. Sta crescendo in vari Paesi con offerte di prodotti molto redditizi e non troppo complessi: per esempio gestioni azionarie, gestioni obbligazionarie o gestioni miste. In realtà cosa ci sia sotto non è chiaro, visto che le performance possono raggiungere in alcuni casi i 5 e perfino i 10 punti ogni mese (!), legittimando il dubbio di altre pratiche – tipo schema Ponzi. Eppure la raccolta è attiva in alcune Regioni del nord e non pochi piccoli e medi risparmiatori ci sono cascati e ci cascano. Alla sprovvedutezza e all’avidità non c’è mai fine. Ma per i capitali consegnati spesso una fine c’è e non bella.
 
5°) Torniamo nella legalità totale. Se non mi fido dell’Italia e della mia banca cosa posso fare?
 
Deve essere chiaro che la strada oggi percorribile è solo quella della conformità alle norme in vigore, il che significa totale tracciabilità delle operazioni. Se ci si sente più tranquilli detenendo capitali oltre confine si va nel Paese prescelto, si apre un conto presso una banca primaria, si viene sottoposti a una possibile verifica da parte di quest’ultima sull’origine del patrimonio, si trasferisce attraverso bonifico bancario dall’Italia l’importo pianificato e poi di anno in anno si va in dichiarazione dei redditi mediante la compilazione del quadro RW, indicando le attività estere di natura finanziaria detenute oltre confine. Il tutto è semplice. Succede che alcuni italiani – per semplificare le cose – scelgano un istituto di credito del nostro Paese presente con filiali all’estero, il che capita soprattutto nelle grandi città. Non è forse l’opzione più idonea se non ci si fida del sistema bancario nazionale, sebbene il confronto di solidità dimostri che le big italiane sono fra le più forti in Europa.

6°) Molti nel web consigliano la soluzione dei cosiddetti “money transfer”, che sarebbero in alcuni casi più indulgenti nelle segnalazioni di movimentazioni con l’estero. E’ vero?
 
E’ chi trasferisce il denaro a dover esigere la trasparenza assoluta. I “money trasfer” sottostanno a regole ben precise, riferite soprattutto al loro utilizzo da parte di chi viaggia per lavoro o per vacanza. Se c’è chi li impiega in maniera non corretta si sappia che anche in questo caso si può cadere nella rete del monitoraggio fiscale.

Bookmark and Share

Alessio Maria Bianzino Consulente Finanziario P.Iva 04071650248 Corso Palladio 147 Vicenza 36100
Torna ai contenuti